Intervista in esclusiva dove ENZO BRASCHI si racconta.

Enzo Braschi, nasce a Genova, dove si laurea in Filosofia con una tesi sulla Spiritualità dei Nativi americani delle Grandi Pianure.
Attore televisivo e cinematografico, é uno dei protagonisti della comicità italiana. All’attività di attore affianca quella di scrittore e di autore di due documentari: Il cerchio sacro dei Lakota e La vera storia di ombre rosse.

Dal 1996 al 2003 prende parte alla Danza del Sole – la cerimonia più sacra dei Nativi delle Grandi Pianure del Nord America – nelle Riserve dei Lakota di Cheyenne River e Rosebud, e nelle Black Hills, le mitiche “Colline Nere” del Sud Dakota. Il suo impegno civile e culturale nei confronti dei Popoli nativo-americani viene pubblicamente riconosciuto dall’Ordine dei Frati Minori, Commissione Giustizia e Pace e Salvaguardia dell’ambiente, con la seguente motivazione: “Riconoscimento all’attore e scrittore Enzo Braschi per aver contribuito alla giustizia e pace con solidarietà e alla salvaguardia della cultura indigena del Popolo d’America attraverso i suoi libri e la sua persona”.

Dopo avere ricevuto una visione, dal capo della Nazione Blackfoot Rufus Goodstriker (Seen from Afar), riceve il suo nome indiano, Iniumahka, “Bisonte Che Corre”. Dal leader spirituale Bruce Starlight (Nazione Blackfoot) gli viene inoltre concesso di poter pregare con la Chanunpa, la “Sacra Pipa”, il più alto simbolo della spiritualità degli Indiani d’America, donata loro da “Donna Bisonte Bianco” in tempi remoti. A partire dal 2000 si produce in un’assidua attività di conferenziere e conduttore di seminari sulla cultura dei Nativi americani in Italia e nel mondo con grande interesse verso il popolo degli Hopi

Vogliamo soffermarci su questi due libri

mi-chiamo-bisonte-che-corre-libro-COVER

MI CHIAMO BISONTE CHE CORRE che tratta di percorsi di CONSAPEVOLEZZA.

Nonostante sia un libro autobiografico, “Mi chiamo Bisonte che corre” è un percorso di un uomo da un mondo  – il nostro – fatto di materialismo, egoismo, spirito di competizione, brutale cinismo e individualità, a un altro – quello dei Nativi Americani – fondato sulla CORRELAZIONE, L’AMORE, IL RISPETTO PER OGNI FORMA DI VITA.
Enzo Braschi racconta la sua infanzia povera, ma dignitosa, le sue esperienze con l’arte, gli anni della gavetta fino ad approdare al mondo dello spettacolo.

Con il passare degli anni il suo amore per i Nativi Americani, che aveva approfondito con una tesi ai tempi universitari, riaffiora e riesce a gettarsi dietro le spalle il vuoto, il grigiore e il disagio che racconta in questo libro.

Mi chiamo Bisonte Che Corre è dunque la storia toccante, poetica, commovente, ma soprattutto vera, di un nuovo Ulisse prepotentemente spinto a fare ritorno alla sua casa, le sue radici, la sua patria, non più Itaca, ma quella che i Lakota Sioux, i Cheyenne, i Blackfoot, gli Apaches, gli Hopi, e via dicendo, chiamano semplicemente la “nostra sacra Madre Terra”.

In ogni pietra vedo
in ogni insetto vedo
Chi sei.

Ti chiedo d’esser forte,
di far di me un guerriero
per vincere il nemico:
me stesso.

la-conoscenza-segreta-degli-indiani-d-america-libro-COVER

LA CONOSCENZA SEGRETA DEGLI INDIANI D’AMERICA, un racconto scritto con miriade sapienza, da un profondo conoscitore della cultura “Indiana D’America.”

«Per noi un uomo è ciò che la natura o i suoi sogni decidono. È una cosa che riguarda solo lui» diceva un tempo un Uomo Sacro dei Lakota – (Sioux).

La conoscenza segreta degli Indiani d’America si focalizza sulla figura dei cosiddetti “Contrari”, “Uomini Sacri” che vivevano, pensavano e agivano al contrario di tutti gli altri.

Che li si chiami Heyoka, Chifone, Koshare, Hoxnoka, Koyemsi, i “Contrari” rappresentavano il fulcro delle culture tradizionali nativo-americane, avendo il compito di tenere in equilibrio la realtà attraverso un comportamento che solo in apparenza si mostrava illogico o assurdo.

Essi avevano assoluto controllo sugli agenti atmosferici ed erano anche potenti guaritori.

«Di tutti gli uomini sacri della nostra cultura, gli heyoka sono i più strani e misteriosi e forse i più importanti. Un tempo ce n’erano più di oggi, quando anche noi eravamo molti di più e… liberi. Oggi è sempre più difficile imbattersi in un vero contrario, ma io penso che i contrari esisteranno finché esisteremo anche noi».

 

Se vuoi che Enzo Braschi sia presente nella tua città attraverso una conferenza per conoscere meglio i Nativi Americani, contattaci  a info@kyotv.it

Grazie per averci letto e se puoi condividi il video per diffondere il messaggio di questi Popoli.

 

14866total visits.

Lascia un commento