Regalandoci emozioni attraverso una danza antica che forse nelle nostre vite passate abbiamo già ballato ascoltiamo questa musica dei popoli, musica etnica, questa rivisitazione di melodie anche con un sound rock, moderno ed attuale con Walter al manoloncello, Matteo alla cornamusa e Roberto al tapan. Buona visione e Buon ascolto a tutti.

FINIS TERRAE,  parola latina per indicare FINE SELLA TERRA, esisteva davvero. Il pellegrino, venuto da lontano, dopo aver camminato settimane o mesi, arrivava a Santiago di Compostela. Ripartiva fino al punto dove incontrava l’Oceano Atlantico, dove appunto la terra finiva. Arrivava a Finis Terrae a Furlon in Galizia. Il termine FINIS TERRAE dunque nasce dall’idea del viaggio: viaggiare, camminare e spostarsi verso una nuova meta sconosciuta e misteriosa.

Noi abbiamo incontrato I FINIS TERRAE, un gruppo musicale che si definisce ROCKETTARI DEL MEDIOEVO. L’ensamble dei musicisti, composto da ROBERTO ROMAGNOLIMATTEO RIMINI, WALTER IZZO e VALENTINA CIURRASCO, interpreta così un vasto repertorio di musiche.

Pensando come se fosse un viaggio nel tempo, nella storia e nei costumi dei popoli i quattro si addentrano nell’epoca medioevale con i suoi canti trobadorici e la goliardia dei carmina burana per arrivare alle danze ed ai brani popolari dei luoghi conosciuti durante il viaggio: l’Europa continentale fino ai paesi celtici, il mediterraneo con le influenze arabe e fino ai lontani balcani.

Finis Terrae approda ogni volta ad un nuovo confine preparandosi a conoscere una nuova piazza dove raccontare le storie accadute e le avventure vissute in viaggio con la musica.

Pellegrini più che mai, i Finis Terrae, continuano a viaggiare sulla terra che li ospita mentre le loro note addolciscono gli animi ed incendiano le passioni degli uomini.

P.s. Vi domanderete CHI E’ IL QUINTO ELEMENTO? L’ALTRA DONNA? Beh ve lo sveliamo subito: fa parte dei Finis Terrae quando vanno in giro per la terra e si vogliono esprimere sia con la musica sia con la danza !!!!

VI PRESENTIAMO I COMPONENTI DEL GRUPPO

Finis Terrae

Finis Terrae

ROBERTO ROMAGNOLI Strumento TAPAN

ROBERTO ROMAGNOLI Strumento TAPAN

ROBERTO ROMAGNOLI

Laureato in Lettere Moderne all’Università di Bologna nel 1994, inizia gli studi musicali delle percussioni africane con il M° Ettore Bonafè e Brahima Dembellè .

Affermatosi come Giullare – Istrione, nel 1995 frequenta la “Scuola Internazionale dell’attore comico” di Antonio Fava a Reggio Emilia. Liutaio, costruisce percussioni in campo medioevale ed etnico.

Fonda nel 1997 il gruppo “Musica Officinalis”, occupandosi di musica medioevale, etnica e popolare.

Dal 1998 studia con il M° Michael Metzler che lo introduce al metodo musicale indiano, viaggia in India, Himalaya ed Africa per approfondire gli studi musicali.

Dal 2001 è responsabile del “Progetto Scuola” per l’Ass.Cult. Musica Officinalis e conduce seminari sui tamburi ed il ritmo in tutta Italia.

Dal 2002 entra nel mondo della scuola in qualità di insegnante e pedagogista della musica, iniziando le sue prime esperienze come musico-terapeuta. Lavora come attore nel nuovo teatro popolare di Ravenna.

Dal 2005 studia musico-terapia presso l’Università di Tor Vergata di Roma. Nel 2006 entra nella compagnia livornese “Teatro Agricolo” lavorando ed approfondendo gli studi sulla commedia dell’arte e sulla maschera con i maestri Andrea Cavarra e Giovanni Balzaretti.

Nel 2009 è co-fondatore della compagnia teatrale Zorba officine creative.

Nel 2012 consegue il diploma come musico – terapeuta con il metodo GdL presso l’Università di Tor Vergata a Roma. Ha al suo attivo sei incisioni discografiche e spettacoli in Italia ed all’estero.

 

MATTEO RIMINI Strumento: CORNAMUSA

MATTEO RIMINI
Strumento: CORNAMUSA

MATTEO RIMINI

Nasce a Forlì nel 1979.

Suonatore di Gaita (cornamusa galiziana), Uillean Pipes (cornamusa irlandese), Musette (cornamusa francese), Piva emiliana (Cornamusa italiana del nord), Zampogna molisana e Zampogna calabrese, Flauti irlandesi.

Proveniente da una famiglia di artigiani sin da giovane dimostra la passione per la musica. Inizia gli studi della musica tradizionale europea dell’area celtica, nel 1999 inizia lo studio della cornamusa galiziana alla Scuola di musica popolare di Forlinpopoli con il M° Marco Taddolini.

Dal 2003 diventa collaboratore del suo maestro nella preparazione dei novizi alla cornamusa.

Dal 2003 ad oggi tiene concerti di musica tradizionale irlandese e medioevale in tutta la penisola.

Dal 2004 al 2009 svolge laboratori di musica per le scuole elementari di Ravenna e per il museo di S:Pietro in Campiano di Ravenna.

Dal 2005 ad oggi partecipa al progetto “Orchestrona” gruppo punta nella musica d’insieme della Scuola di musica popolare diretta dal M° Castiglia Davide.

Partecipa nel 2005 in Belgio a Gent ai concerti sulla musica popolare italiana.

Dal 2008 collabora con il gruppo Araba Fenice dove esperimenta le sonorità della musica tradizionale dei popoli con quelle più contemporanee del Rock.

Nel 2009 intraprende la specializzazione sulla cornamusa francese tenuto dal M° Walter Rizzo, alla scuola di Forlinpopoli dove tutt’ora studia.

WALTER IZZO Strumento CORNAMUSA FRANCESE

WALTER IZZO
Strumento CORNAMUSA FRANCESE

WALTER IZZO

Si diploma all’Istituto d’Arte “Corradini” di Este nel 1989. Ma la passione per l’Arte della musica era già iniziata nel 1980. Intraprende infatti da quel anno lo studio della ghironda, delle bombarde e delle cornamuse.

Dal 1985 si occupa di musica Folk in particolare del centro della Francia e della Bretagna, fondando il gruppo “ Le Sout du chat dorè”.

Spronato dalla passione per la ricerca si appassiona agli strumenti ad ancia iniziando a costruire i primi prototipi di musette (cornamusa francese). Continua lo studio e la costruzione di bombarde, oboi bretoni e cornamuse dell’area sud europea. Ad oggi è il principale liutaio in Italia di questi strumenti, collaborando con la scuola di musica antica di Assisi.

Nel 1993 entra nella “Piva del carner” che si occupa della musica tradizionale dell’Appennino reggiano, gruppo col quale vince il premio della critica con la rivista “Folk Bullettin”.

E’ uno dei fondatori del gruppo folk “BEV” con il quale lavora sino al 2000. nello stesso anno inizia la collaborazione con l’Ensamble “Picotage” che si occupa di canti natalizi francesi (Noels).

Intensa anche la sua attività nel campo della musica antica, medievale e rinascimentale.

Dal 1998 è parte integrante dell’Ensamble Musica Officinalis di Faenza, e collabora inoltre con i gruppi: “Laus Veris” di Assisi, “Clamor et Gaudium” di Udine, “Euganeus Consort” di Monselice.

Ha collaborato con i gruppi: “Consort Veneto” con la direzione di G.Toffano, la “Compagnia dell’antico Bordone di Reggio Emilia, la “Compagnia dell’asino che porta la croce” di Modena.

Si è perfezionato sulla tecnica francese di Ghironda con il M° Jean-Francoise “MAXOU” Heintzen.

Svolge in Italia ed all’estero seminari di cornamusa francese.

2052total visits.

Lascia un commento